SEGUICI SULLE NOSTRE PIATTAFORME SOCIALI

  • Facebook - Black Circle
  • https://www.instagram.com/proassist_
  • LinkedIn - Black Circle

RECAPITO TELEFONICO:  + 39 347 8407704

 

EMAIL: info@proassist.it

PEC: proassist@pec.it

ASSOCIATO DI CONFINDUSTRIA EMILIA E CNA BOLOGNA

SEDE: VIA BUOZZI 18 PIANORO (BO)

© 2019 Proassist | P.IVA 03500121201 | Via Buozzi 18 Pianoro (BO)

Codice Appalti, pubblicate le linee guida definitive sulle gare di progettazione

September 23, 2016

 

Via libera definitivo alle prime linee guida Anac attuative del Codice Appalti. A inaugurare lo strumento di soft law sono le gare di progettazione. Le linee guida, adottate per spiegare l’applicazione delle regole per l’affidamento dei servizi di ingegneria e architettura, sono state pubblicate sul sito dell’Autorità nazionale Anticorruzione, ma rischiano di causare qualche incertezza dato che contrastano in alcuni punti col Codice Appalti. 

Compensi dei professionisti nelle gare di progettazione. Quello delle modalità in base alle quali calcolare i compensi dei professionisti da mettere a base di gara è il punto più controverso. Il Codice Appalti dice che i parametri (DM 17 giugno 2016) sono facoltativi. Le linee guida, che dovrebbero spiegare meglio l’applicazione pratica del Codice Appalti, sostengono il contrario, cioè che il riferimento al Decreto Parametri nelle gare di progettazione è obbligatorio. Come si esce da questa impasse? Si potrebbe far riferimento al parere del Consiglio di Stato. I giudici hanno spiegato che le linee guida sui servizi di ingegneria e architettura non sono vincolanti. Questo significa che neanche il rispetto dei parametri lo è. Si potrebbe però verificare anche un altro scenario. Le Stazioni Appaltanti potrebbero comunque far riferimento al Decreto parametri per avere una base certa e non dover procedere alla determinazione dei corrispettivi con metodi alternativi. Gli altri argomenti trattati dalle linee guida che vanno di pari passo alle indicazioni del Codice Appalti.

Gare di progettazione, la figura del geologo. La Stazione Appaltante deve assicurare la presenza del geologo nel team di progettazione e può individuarlo contestualmente alla procedura per la scelta dei professionisti cui affidare l’incarico di progettazione o con una gara separata. Dopo la selezione principale se ne può quindi svolgere un’altra per l’affidamento della relazione geologica.

Cauzione provvisoria e assicurazione. La Stazione Appaltante può chiedere una copertura assicurativa per la responsabilità civile professionale invece del deposito della cauzione provvisoria. Soglie delle gare di progettazione. Gli incarichi di progettazione, di coordinamento della sicurezza in fase di progettazione, di direzione dei lavori, di coordinamento della sicurezza in fase di esecuzione e di collaudo di importo pari o superiore a 40mila e inferiore a 100mila euro possono essere affidati con procedura negoziata senza bando individuando gli operatori da invitare sulla base di indagini di mercato o tramite elenchi. Gli incarichi di importo superiore a 100mila euro sono affidati solo con procedura aperta o ristretta. Requisiti per partecipare alle gare di progettazione. Per partecipare alle gare di progettazione è necessario superare i controlli della Stazione Appaltante sui requisiti di capacità economico-finanziaria e tecnico-organizzativa. Questi requisiti sono: il fatturato globale; l’avvenuto espletamento, negli ultimi dieci anni, di servizi analoghi, relativi a lavori appartenenti ad ognuna delle classi e categorie dei lavori cui si riferiscono i servizi da affidare; l’avvenuto svolgimento negli ultimi dieci anni di due servizi di punta; il numero medio annuo del personale tecnico utilizzato negli ultimi tre anni per gli operatori in forma societaria e il numero di unità minime di tecnici per i professionisti singoli o associati.

Please reload

Post recenti
Please reload

Archivio
Please reload

Cerca per tag